Confronta

Affitto spazi centri commerciali: la nostra Guida. Puntata 8: realizzazione spazio espositivo

Affitto spazi centri commerciali: la nostra Guida. Puntata 8: realizzazione spazio espositivo

Realizzazione spazio espositivo – Benvenuti alla nuova puntata della nostra fantastica guida all’affitto spazi centri commerciali.

Siamo finalmente arrivati al fulcro della nostra guida. Tratteremo infatti l’argomento della realizzazione, ovvero delle cose da fare durante il periodo d’apertura del tuo spazio espositivo.

Realizzazione Spazio Espositivo – nelle puntate precedenti

1° puntata: tipologia e obiettivi

2° puntata: l’idea

3° puntata: il budget

4° puntata: il periodo

5° puntata: la ricerca e la prenotazione di spazi espositivi

6° puntata: l’allestimento spazi espositivi

7° puntata: la comunicazione pre-evento

Realizzazione Spazio Espositivo – introduzione

Se hai seguito bene i nostri consigli delle puntate precedenti, il tuo spazio espositivo è già sulla giusta strada per il successo.

Però attenzione: anche se hai impostato bene i tuoi obiettivi, messo a punto una buona idea, calcolato il giusto budget e il giusto periodo, hai trovato e allestito lo spazio perfetto e fatto una buona campagna di comunicazione precedente all’apertura, il momento fondamentale è proprio questo.

Non dormire sugli allori!

Segui i nostri consigli per ottimizzare il tuo spazio espositivo.

Realizzazione Spazio Espositivo – il funnel

Probabilmente sei già familiare col concetto di funnel o  imbuto di conversione.

Si tratta del percorso che un potenziale cliente o visitatore compie prima di raggiungere il tuo obiettivo, ad esempio l’acquisto del tuo prodotto.

Questo percorso si chiama imbuto perché, mano a mano che si va avanti nel percorso, i potenziali clienti sono sempre meno.

Nel tuo caso, nella parte “più larga” dell’imbuto, ovvero all’inizio del percorso, ci sono i visitatori del centro commerciale, quelli che passeranno davanti al tuo stand.

Di questi, solo una parte si fermerà perché interessato: questi sono i clienti potenziali che arrivano alla seconda tappa del tuo funnel.

Una parte di quelli che si fermeranno parlerà con la promoter prenderà un volantino informativo: siamo alla terza tappa.

Infine, al termine del percorso, abbiamo coloro che diventano effettivi clienti o che comunque svolgono l’azione per il quale hai aperto lo spazio espositivo (questa azione si chiama conversione).

Ovviamente, il tuo scopo è perdere sempre meno potenziali clienti mano a mano che il percorso ad imbuto prosegue.

Vediamo ogni singola tappa per capire come tirare fuori il meglio dal tuo spazio espositivo.

Realizzazione Spazio Espositivo – prima tappa: coinvolgi il passante

Sicuramente ti è capitato di essere un passante in un centro commerciale.

Cosa ti spinge a fermarti in uno spazio espositivo?

Quanti spazi espositivi sono rimasti effettivamente impressi nella tua memoria?

Immagino ben pochi.

E’ importante ricordarsi che tutti coloro che fanno parte del flusso di passanti sono dei potenziali clienti.

Il tuo obiettivo, in questa prima tappa, è quello di farli fermare.

A ciò contribuirà anche un allestimento accattivante che avrai realizzato, ma ciò non sempre è sufficiente.

Il passante deve sentirsi coinvolto, senza però sentirsi inseguito e oppresso dalla promoter.

Ciò che ti consiglio è di organizzare qualche attività che possa rimanere impressa nella mente del cliente.

Facciamo un esempio: una compagnia farmaceutica ha realizzato uno speciale smalto “Belle Unghie”, in grado di curare le unghie rovinate.

Oltre a dei volantini e a delle foto dimostrative, perché non proporre ai passanti un mini trattamento gratuito per provare lo smalto?

Ti assicuro che questa piccola attività moltiplicherà il numero di persone che si fermeranno al tuo stand.

Arriviamo così alla seconda tappa.

Realizzazione Spazio Espositivo – seconda tappa: crea interazione

Molti passanti, incuriositi, si fermeranno ma andranno via disinteressati.

Mi dispiace dirtelo, ma ogni passante che si ferma e va via è un’occasione persa.

Il tuo obiettivo, in questo step, è informare tutti coloro che si sono fermati della tua attività.

Devi cercare di non farli scappare!

Prova a metterti nei panni di un visitatore: cosa ti spingerebbe a rimanere in uno stand?

Ciò che devi fare è continuare a creare interazione.

Proviamo a torniamo al nostro esempio dello smalto “Belle Unghie”.

Un passante ha letto sul banner espositivo, sul volantino, o su una tua campagna social, che nel tuo corner espositivo ha la possibilità di provare uno smalto che riesce a curare le unghie rovinate.

Magari è timido o diffidente, si avvicina, nessuno lo approccia, si allontana.

Il potenziale cliente è diventato un comune passante.

Sembra una banalità, ma è importante istruire le promoter affinché rinnovino la proposta di applicare il tuo smalto a tutte le persone che si avvicinano allo stand.

In questo modo, nella peggiore delle ipotesi, verranno a conoscenza di quanto il tuo smalto sia un prodotto rivoluzionario!

Realizzazione Spazio Espositivo – terza tappa: la conversione

In questa tappa, il tuo obiettivo è che tutti coloro che si sono fermati presso il tuo corner espositivo e hanno interagito con la promoter diventino clienti.

Buona parte della realizzazione di questo obiettivo dipenderà, ovviamente, dalla bontà effettiva del tuo prodotto, dalle tue offerte, e altri fattori di cui, in questo articolo, non entriamo in merito.

Ciò di cui voglio parlarti, ora, è di tutti quei visitatori che, arrivati alla fine del percorso, non effettueranno un acquisto.

Sono stati fatica sprecata?

Non necessariamente!

Puoi sfruttare l’interessamento che hanno dimostrato nei confronti del tuo prodotto in prospettiva di un acquisto futuro, in termini promozionali e di espansione del tuo database di contatti.

In altri termini, devi fare in modo di rimanere nella mente del potenziale cliente.

Prima strategia

Vediamo come si sono comportati i nostri eroi dello smalto “Belle unghie”!

Hanno deciso di elaborare una strategia da applicare anche a coloro che non hanno acquistato.

Se non riesco a venderti il mio prodotto“, hanno ragionato, “voglio almeno guadagnare un contatto da te“.

Perché non raccogliere l’email dei visitatori?

Attenzione però! I nostri amici di “Bello Smalto” sono svegli e sanno che sarà molto difficile ottenere un’e-mail senza dare niente in cambio.

Una delle regole della persuasione, infatti, è la reciprocità: io ti faccio un piccolo regalo, dopodiché tu sarai ben disposto a darmi qualcosa in cambio, come ad esempio la tua email.

Eureka! Perché non regaliamo un piccolo campione del nostro fantastico smalto in cambio di un indirizzo e-mail?

Questa strategia ha un doppio vantaggio: non solo vi sarà un incremento della base contatti a cui mandare offerte e newsletter.

I visitatori avranno anche un campione del nostro prodotto da far provare ai loro amici e creare passaparola.

E ti assicuro che non si dimenticheranno di te.

Seconda strategia

I nostri amici di “Bello Smalto” hanno però realizzato che il loro budget non è sufficiente per offrire un omaggio a tutti i passanti.

Hanno deciso allora di impiegare una strategia più economica, sfruttando questa una volta i social.

Perché non lanciamo un contest online sulle unghie più belle?”

Hanno allora istruito la promoter in questo modo: dopo aver applicato lo smalto, essa doveva scattare una foto di qualità (un buon smartphone è sufficiente), mandarla al visitatore via whatsapp e inserirla sui social con un hashtag specifico e taggare i visitatori.

Oltre a un notevole risparmio economico, quest’altra strategia ha molteplici vantaggi: non solo acquisizione di numeri di telefono e contatti social ma anche un’integrazione per la tua campagna social.

Chi vedrà il contest su facebook o instagram sarà invogliato a venire a visitare lo stand e provare lo smalto!

Conclusione

Gli scopi di uno stand espositivo sono quelli di vendita, promozionali e di raccolta contatti.

Tramite l’approccio che ti abbiamo consigliato, ti assicuro che, anche in caso di mancata vendita, riuscirai a raggiungere degli ottimi risultati in termine di promozione ed espansione dei contatti.

________________________________________________________

Hai qualche domanda riguardante la realizzazione dello spazio espositivo?

Scrivi un commento qui sotto!

Ti è piaciuto questo post? Allora, non perderti le nostre prossime puntate: iscriviti alla nostra newsletter!
Se sei alla ricerca di uno spazio espositivo store, cerca qui oppure contattaci ai riferimenti sotto.
Tel: 051.0403774

 

 

img

Dott. Luigi Sghinolfi

Correlati

Affitto spazi centri commerciali: puntata 9. Misurazione dei risultati spazi nei centri commerciali

Eccoci giunti alla nona e ultima puntata della nostra Guida sull'Affitto spazi centri...

Continua a leggere
da Dott. Luigi Sghinolfi

Affitto spazi centri commerciali: la nostra Guida. Puntata 7. La comunicazione pre-evento

Pre-evento spazio espositivo - Benvenuti alla nuova puntata della nostra fantastica guida...

Continua a leggere
da Dott. Luigi Sghinolfi

Affitto spazi centri commerciali: la nostra Guida. Puntata 6. L’allestimento

Allestimento spazi espositivi - Siamo tornati con la sesta puntata della nostra Guida all'affitto...

Continua a leggere
da Dott. Luigi Sghinolfi